Tag Archives: pacchetti

I furoshiki double face

17 Feb

Dopo i meravigliosi teli giapponesi in chirimen protagonisti dello scorso articolo, oggi vi presento i furoshiki ryoumen「両面」ovvero double face.

furoshiki - tessuto double-face

Questo tipo di tessuto, prodotto in rotoli proprio come il chirimen e quindi con le cimose ben visibili su di un lato, presenta due dritti di pari dignità, entrambi riccamente decorati e sfruttabili a seconda del nostro gusto e delle nostre esigenze.

Come regola generale, ma non assoluta, la scelta dei colori da parte del designer cade su una coppia di complementari molto contrastanti fra loro, come nel caso del furoshiki qui fotografato (acquistabile su Hamakura Shop) con un lato di un bel melanzana leggermente cangiante e l’altro lato giallo oro costellato da piccoli fiori e petali di sakura.

furoshiki - tessuto double-face 2

In questo modo, con un unico furoshiki e con la tecnica a noi più congeniale, potremo realizzare due confezioni dal carattere estremamente diverso:

ad esempio un furoshiki piuttosto sobrio e formale con la tinta più scura dominante…

furoshiki double face viola-giallo

… oppure un furoshiki più luminoso e appariscente…

furoshiki double face giallo-viola

Anche il nodo sarà decisivo nell’aspetto finale della confezione: potremo mantenerlo in tinta con l’intero pacchetto, oppure capovolgerlo per rendere visibile anche il secondo colore del tessuto.

nodi furoshiki double face

Le potenzialità di questo tipo di furoshiki sono veramente tante e non basterebbe un solo articolo per illustrarne le infinite possibilità di utilizzo. Se vi va di vedere qualche altro oggetto confezionato in questo modo, potete dare uno sguardo a queste foto scattate sempre da me un paio di mesi fa.

Annunci

Tre idee regalo last minute per Natale e… un furoshiki

15 Dic

Questa mattina il mio sguardo si è posato sul calendario e… ho di colpo realizzato che mancano solo 10 giorni a Natale!! Insomma, è arrivata decisamente l’ora di pensare ai regali.

Sperando che fidanzato, mamma e amica non mi leggano, vi svelo tre delle idee che mi sono venute in mente :-)

La pochette per l’amica glamour

pochette furoshiki - idee reaglo per Natale

Una piccola pochette furoshiki per raccogliere specchio, trucchi e smalti. Basta un minuto per farla… se piace anche a voi, trovate le istruzioni nel secondo capitolo del mio libro. Per renderla più stabile e compatta, ho legato i manici alla base con due nodi semplici… più facile di così! ^^

Una segretissima ricetta per una appassionata gourmet

barattolo di latta avvolto in un furoshiki - idee regalo per Natale

In cerca di ispirazioni per il regalo a mia madre, una cuoca provetta, ho tirato fuori il mio caro vecchio Artusi. L’idea? Donare una ricetta pronta per l’uso! Una volta scelta la vostra ricetta del cuore, confezionate in tanti piccoli sacchettini o bustine gli ingredienti secchi già dosati… farina, zucchero, frutta secca, spezie, lievito, cacao…. Alla fine raccogliete il tutto in un barattolo di latta e avvolgetelo con un canovaccio o con un furoshiki vero e proprio. Su un cartoncino scrivete gli ingredienti e l’esecuzione del dolce, poi legatelo al nodo in cima al pacchetto.

Il regalo perfetto per un vero bibliofilo

libro foderato con un furoshiki - idee regalo per Natale

Un libro. Secondo me è uno dei regali più belli che si possano fare. Li amo, li divoro, li colleziono e, per mia fortuna, ho un ragazzo che condivide con me la stessa identica passione. Per Natale con molta probabilità gliene regalerò uno, ma non mi voglio sbilanciare troppo… potrebbe leggere ;-) Nel caso, la confezione sarà questa, vi piace? (Istruzioni a pag. 150 del libro)

Per tutti e tre i pacchetti ho usato un furoshiki di media grandezza, 70 x 70 cm, misura che si adatta con facilità a tantissimi oggetti. Sul sito di Hamakura trovate proprio questo che vedete qui in foto. La particolarità è la decorazione su entrambi i lati, ma di questo ne parlerò in maniera più approfondita in un altro post.

A presto!

Furoshiki: l’importanza del design

25 Nov

I furoshiki giapponesi non sono solo dei semplici quadrati di stoffa ma dei veri e propri oggetti di design studiati appositamente per valorizzare gli oggetti che andranno ad avvolgere.
Colori, pattern e disposizione dei disegni non sono mai casuali e, qui di seguito, cercherò di mostrarvene alcuni.

furoshiki e kakushi tsutsumi

Kakushi tsutsumi - Furoshiki di Hamakura

Omogara
Avete notato il furoshiki nella foto in alto? La zona che colpisce l’occhio è quella in basso a destra, con lo scoiattolo che fa capolino tra le foglie di ginkgo. Questo tipo di furoshiki, con la decorazione principale posta in un angolo, è tra i più comuni ed è adatto in particolar modo alla confezione di pacchetti regalo (hira tsutsumi, otsukai tsutsumi, kakushi tsutsumi). Per valorizzare il motivo che caratterizza tutto il telo e renderlo ben visibile, prima di procedere con pieghe e nodi, ci basterà farlo corrispondere all’angolo del furoshiki più lontano da noi.

Chirashi
Un motivo ripetuto più volte, sparso su tutto il telo, si adatta invece a qualsiasi oggetto e non richiede troppe attenzioni.

Wakudori
Un bordo di colore contrastante, o con un motivo diverso dal centro del furoshiki, può dare risalto ai nodi di un pacchetto (futatsu musubi e yotsu musubi, ad esempio), renderà perfetta la confezione a kimono per una bottiglia, oppure, evidenzierà la forma di una semplice borsa.

Katamigawari
In qualche caso, il furoshiki è decorato con due colori o pattern differenti, divisi in modo netto e disposti diagonalmente o verticalmente. Come per l’omogara, ci basterà stabilire la parte che intendiamo valorizzare, ponendola nella parte più distante da noi.

Ichimatsudori
La decorazione a scacchiera può creare degli interessanti effetti geometrici nelle confezioni regalo evidenziando la forma di una scatola.

 

 

Otsukai tsutsumi - Furoshiki di Hamakura

Su “Furoshiki. Foulard creativi dal Giappone” trovate altre info sulla scelta del foulard (proporzioni, tessuti, disegni e colori) e, se desiderate esercitarvi con dei veri furoshiki di design giapponese come quello in foto, date un’occhiata a quelli proposti da Hamakura Shop ;-)

Furoshiki Aki

Ciao!! ^^

______________________________________________________________________________

Articoli correlati:

______________________________________________________________________________

I furoshiki di Foulard Creativi in mostra

6 Feb

Qualche foto fatta di sfuggita ieri sera…. ok, sono venute un po’ scure e mosse, ma sono riuscita a salvare almeno queste con qualche pacchetto e i cuscini (in realtà c’era molto di più!) :-)

mostra furoshiki - bocciolo di rosa

mostra furoshiki - doppio pacchetto

mostra furoshiki - ribbon tsutsumi e violetta

mostra furoshiki - cestino

mostra furoshiki - cuscini

Packaging e colore

19 Gen

“I colori, come i lineamenti,

seguono i cambiamenti delle emozioni.”

Pablo Picasso

 

gamma cromatica

I colori ci circondano quotidianamente riempiendo di infinite sfumature ed emozioni la nostra vita. Non occorre essere designer o teorici del colore per intuire infatti quanto una determinata tinta possa condizionarci l’umore.

Senza addentrarci in discorsi troppo tecnici, vorrei mostrarvi qualche esempio di come il colore sia importante e possa significativamente influenzare le nostre scelte… in questo caso ovviamente parlerò di furoshiki, ma gli stessi consigli sono applicabili per tutto il packaging in generale (e non solo).

 

– ROSSO PASSIONE –

Furoshiki RossoIl rosso è uno dei colori più vibranti della ruota cromatica: in qualsiasi contesto riesce a farsi notare, trasmettendo senzazioni forti e intense. Per questi motivi viene utilizzato spesso nel packaging per attirare l’attenzione o per comunicare emozioni come amore e passione… non a caso è la tinta simbolo della festa degli innamorati, San Valentino.

 

– GIALLO E ARANCIO –

Furoshiki GialloIl giallo, come l’arancione, è simbolo di allegria, energia e calore. Le tonalità più brillanti sono perfette per i bambini (qui avevo proprio usato un foulard giallo per confezionare un regalo a un bimbo), perchè ci ricordano la luce solare, e quindi la vitalità, il movimento. I toni ambrati (arancione, giallo zafferano) ci riportano invece ad atmosfere più misteriose e esotiche, quindi possono contribuire a rendere decisamente sofisticata una confezione regalo o un complemento d’arredo.

 

– BLU E VERDE –

Furoshiki Blu e Verde

I colori freschi per eccellenza. Ci trasmettono tranquillità e ci rassicurano evocando la bellezza della natura. Le tonalità più luminose, come il verde giallastro e il turchese, sono il simbolo della Primavera e quindi anche della giovinezza: sono l’ideale per confezionare un regalo trendy e alla moda! I blu scuri invece sono adatti a un packaging più tradizionale e serio.


– ROSA E VIOLA –

Furoshiki Rosa e Viola

Secondo la celebre azienda statunitense Pantone, il colore dell’anno sarà il rosa caprifoglio, quindi prepariamoci a trovarlo sui foulard più di tendenza (già Hermès l’ha proposto sulle passerelle primavera/estate 2011). Le tonalità rosa, magenta, viola, sono tra le più femminili. I rosa tenui esprimono romanticismo e delicatezza, quindi sono adatti per la confezione di regali a bambine e neomamme; il lavanda e il malva sono particolarmente apprezzati dalle più nostalgiche, chi ama le atmosfere vintage, un po’ retrò. Più misteriosi e ricercati i viola scuri, mentre per un effetto vivace e alla moda, meglio optare per il fucsia e il rosa shocking. Ottimo l’abbinamento con il marrone, colore neutro della tavolozza.

 

– NERO, GRIGIO E BIANCO –

Furoshiki Bianco e Nero

I “non-colori”. Il bianco, con la sua massima luminosità, evoca purezza e semplicità e proprio per tali ragioni viene utilizzato per l’abito delle spose e, parlando di packaging, per bomboniere e regali agli sposi. Il suo complementare, il nero, può essere utilizzato in situazioni altrettanto eleganti e formali, anche se consiglio di usarlo con il contagocce ;-) L’ideale per confezioni regalo raffinate e seriose sono le varie tonalità grigie, in particolar modo quelle metallizzate.

 


 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: