Archivio | Pacchetti per ogni occasione RSS feed for this section

Si possono applicare le tecniche di annodatura per furoshiki a teli rettangolari?

4 Lug

Abbiamo detto più volte che la condizione necessaria per creare le nostre borse furoshiki e i nostri pacchetti, è la forma quadrata del telo di partenza, esattamente come succede per gli origami di carta, eppure…

Pacchetto realizzato con una sciarpina rettangolare

… il pacchetto regalo che vedete in foto è stato realizzato avvolgendo una sciarpina in chiffon di seta, piuttosto lunga.

Piegandola in due ho per prima cosa risolto il problema della trasparenza e ho reso un po’ più gestibili le proporzioni del rettangolo di stoffa, poi, variando leggermente la tecnica illustrata a  pagina 37 del libro “Foulard creativi” per creare i fiori,  ho provato a ricoprire tutta la scatola, fermando poi il tutto molto saldamente (il pizzo è stato aggiunto solo in un secondo momento per un puro scopo decorativo).

In realtà non ho inventato nulla di nuovo ;-) Molte tecniche di annodatura per furoshiki sono facilmente adattabili anche ai rettangoli di stoffa, ovviamente cambiando o aggiungendo qualche passaggio.

In Giappone, questi versatili teli rettangolari, sono chiamati Tenugui, degli “asciugamani” tradizionali molto decorativi. Per farvi un’idea di cosa sto parlando potete dare uno sguardo a questo sito che presenta con molta chiarezza tutti i possibili usi: pulire, asciugare, avvolgere, coprire, decorare, offrire e augurare buona fortuna.

Ma passiamo alla pratica! Se siete curiosi di vedere un tenugui “in azione” vi consiglio quest’altro sito ricco di tutorial fotografici: http://wuhaonyc.com/how_to_use.ph

Non è difficile, basta provare e divertirsi ;-)

Alla prossima!

—–

Aggiornamento del 07/07/2011

Visto il successo di questo articolo sul tenugui, aggiungo qualche altro link interessante sempre sull’argomento, questa volta direttamente dal Giappone:

http://www.eirakuya.jp/tenugui/tenugui_4.html – come indossarlo, come confezionare pacchetti, bottiglie, libri, porta fazzoletti, e come creare un’utile tasca da appendere alla cintura dei pantaloni ;-)

http://www.noren-net.jp/fs/noren/c/tenugui_wrap
http://www.noren-net.jp/fs/noren/c/tenugui_gift
http://www.noren-net.jp/fs/noren/c/tenugui_fold – un altro sito giapponese con tutorial disegnati

http://www.pangea.jp/kyureki/b-kouza.html – ultimo link (ma forse il più originale). Non contiene tutorial, ma le foto sono abbastanza intuitive ;-) Tra i vari usi troviamo anche una bella borsa resistente e adatta al trasporto di oggetti pesanti.

Annunci

Packaging e colore

19 Gen

“I colori, come i lineamenti,

seguono i cambiamenti delle emozioni.”

Pablo Picasso

 

gamma cromatica

I colori ci circondano quotidianamente riempiendo di infinite sfumature ed emozioni la nostra vita. Non occorre essere designer o teorici del colore per intuire infatti quanto una determinata tinta possa condizionarci l’umore.

Senza addentrarci in discorsi troppo tecnici, vorrei mostrarvi qualche esempio di come il colore sia importante e possa significativamente influenzare le nostre scelte… in questo caso ovviamente parlerò di furoshiki, ma gli stessi consigli sono applicabili per tutto il packaging in generale (e non solo).

 

– ROSSO PASSIONE –

Furoshiki RossoIl rosso è uno dei colori più vibranti della ruota cromatica: in qualsiasi contesto riesce a farsi notare, trasmettendo senzazioni forti e intense. Per questi motivi viene utilizzato spesso nel packaging per attirare l’attenzione o per comunicare emozioni come amore e passione… non a caso è la tinta simbolo della festa degli innamorati, San Valentino.

 

– GIALLO E ARANCIO –

Furoshiki GialloIl giallo, come l’arancione, è simbolo di allegria, energia e calore. Le tonalità più brillanti sono perfette per i bambini (qui avevo proprio usato un foulard giallo per confezionare un regalo a un bimbo), perchè ci ricordano la luce solare, e quindi la vitalità, il movimento. I toni ambrati (arancione, giallo zafferano) ci riportano invece ad atmosfere più misteriose e esotiche, quindi possono contribuire a rendere decisamente sofisticata una confezione regalo o un complemento d’arredo.

 

– BLU E VERDE –

Furoshiki Blu e Verde

I colori freschi per eccellenza. Ci trasmettono tranquillità e ci rassicurano evocando la bellezza della natura. Le tonalità più luminose, come il verde giallastro e il turchese, sono il simbolo della Primavera e quindi anche della giovinezza: sono l’ideale per confezionare un regalo trendy e alla moda! I blu scuri invece sono adatti a un packaging più tradizionale e serio.


– ROSA E VIOLA –

Furoshiki Rosa e Viola

Secondo la celebre azienda statunitense Pantone, il colore dell’anno sarà il rosa caprifoglio, quindi prepariamoci a trovarlo sui foulard più di tendenza (già Hermès l’ha proposto sulle passerelle primavera/estate 2011). Le tonalità rosa, magenta, viola, sono tra le più femminili. I rosa tenui esprimono romanticismo e delicatezza, quindi sono adatti per la confezione di regali a bambine e neomamme; il lavanda e il malva sono particolarmente apprezzati dalle più nostalgiche, chi ama le atmosfere vintage, un po’ retrò. Più misteriosi e ricercati i viola scuri, mentre per un effetto vivace e alla moda, meglio optare per il fucsia e il rosa shocking. Ottimo l’abbinamento con il marrone, colore neutro della tavolozza.

 

– NERO, GRIGIO E BIANCO –

Furoshiki Bianco e Nero

I “non-colori”. Il bianco, con la sua massima luminosità, evoca purezza e semplicità e proprio per tali ragioni viene utilizzato per l’abito delle spose e, parlando di packaging, per bomboniere e regali agli sposi. Il suo complementare, il nero, può essere utilizzato in situazioni altrettanto eleganti e formali, anche se consiglio di usarlo con il contagocce ;-) L’ideale per confezioni regalo raffinate e seriose sono le varie tonalità grigie, in particolar modo quelle metallizzate.

 


 

Un kimono per la mia piccola kokeshi

16 Dic

Il kimono è uno dei metodi più belli e d’effetto per piegare un furoshiki, anche perchè la sua forma ci porta immediatamente alle sue terre d’origine. In genere lo si utilizza per avvolgere bottiglie, ma perchè no, possiamo anche utilizzarlo per vestire, nel vero senso della parola, delle bamboline. Per le bimbe può essere una splendida idea perchè non dovranno preoccuparsi delle cuciture che in genere vengono delegate alle mamme :-)

Kokeshi con Furoshiki a Kimono

La mia “bambolina” che vedete in foto è un po’ particolare, infatti si tratta di una piccola trousse della Pupa a forma di kokeshi giapponese.

Kokeshi Pupa con Furoshiki a Kimono

Essendo un po’ piccola ho dovuto utilizzare un foulard 50×50 piegato in quattro (l’intero procedimento lo trovate a pagina 46 e 47 del libro Foulard Creativi). Che dite, le donano i riflessi metallizzati della stoffa? :-)

Furoshiki – tecniche avanzate: La violetta

17 Nov

Presto sarò impegnata in alcune mostre con i miei fuoroshiki e il libro, così sto iniziando a pensare a degli oggetti da realizzare per l’occasione. Quasi tutte le creazioni riprenderanno ovviamente le tecniche base ma mi piacerebbe anche proporre qualche novità, come ad esempio la piega a violetta di questo pacchetto :-)

Pacchetto Furoshiki - La violetta

La violetta

La violetta è il risultato di ben tre metodi mixati insieme, li riconoscete? Un’estremità del foulard è stata drappeggiata per dare forma alla parte superiore del fiore, mentre l’estremità opposta è lasciata ricadere delicatamente sul pacchetto per formare l’unico petalo inferiore. Gli altri due capi della stoffa sono nascosti e tengono fermo il tutto.

Su “Foulard Creativi” trovate tutte le tecniche base da cui son partita: l’Iris a pagina 34, il Bocciolo di Rosa a pagina 32, e le ruches a pagina 44.

Come vedete una volta imparati i singoli metodi è facile inventarne di nuovi, unici e creativi!

Ah, un’ultima cosa, avete notato la forma particolare del pacchetto? Ciò di cui si deve sempre tener conto durante il confezionamento è la proporzione tra il quadrato di stoffa e l’oggetto da avvolgere, ma la forma di quest’ultimo non sarà mai un problema: qualsiasi oggetto, anche il più strano, può essere accolto in un furoshiki.

Scatola di cioccolatini e furoshiki

Scatola di cioccolatini prima del confezionamento

Un piccolo assaggio del video tratto da Foulard creativi

11 Mag
Una gita fuori porta

Una gita fuori porta

Ecco 3 semplici idee per le vostre gite fuori porta (tempo permettendo!!!)

il cestino da picnic che diventa tovaglietta

il portabottiglia

lo zainetto


GUARDA IL VIDEO!


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: