Bento e Furoshiki, l’accoppiata perfetta

19 Mar

Bento nero Sakura - Hamakura ShopQui in Piemonte la chiamano baracchino, i vicini milanesi schiscetta, più al sud mappatella… di cosa sto parlando? Della pietanziera, il caro vecchio contenitore per il pranzo fuori casa, ormai universalmente noto come lunch box o con il nome di origine nipponica bento.

A lato: Bentobako giapponese
acquistabile su Hamakura Shop

Yayoi Asukayama HanamiIl bento nasce in Giappone (come praticamente in tutto il resto del mondo) in epoche antichissime dalla necessità di avere a disposizione anche durante il lavoro e lunghi viaggi, un pasto sicuro e confortevole: lo portavano con sè i soldati in tempo di guerra, così come i contadini nei campi e, in situazioni decisamente più piacevoli, era protagonista dei picnic all’aperto nella sua versione a più strati per più persone (jubako).

A destra: “Yayoi asukayama hanami”
Kitao Shigemasa (1739-1820)
fonte: Library of Congress

In tempi più recenti l’uso non è cambiato e ancora oggi il bento è apprezzato da lavoratori e studenti che pur dovendo passare quasi tutta la giornata fuori casa, non rinunciano al piacere di gustare un buon pranzetto preparato con cura da mogli e madri.

L’aspetto estetico e la disposizione del cibo al suo interno è fondamentale per rendere il pranzo un momento speciale, ecco così spuntare per la felicità dei bimbi (e non solo ^^) onigiri (polpettine di riso) dalle forme più bizzarre e graziose verdurine intagliate.

bento con onigiri e furoshiki 1

In foto potete vedere quello che ho preparato questa mattina: un semplice onigiri posto all’interno di un pirottino di silicone e una fresca insalatina con prosciutto cotto a forma di sakura, i fiori giapponesi tipici di questa stagione.

bento con onigiri e furoshiki 2

Al termine della preparazione tutte queste delizie vengono poste in un contenitore, il bentobako, che verrà poi fissato con un elastico, e messo in una piccola borsina (kinchaku) o avvolto in un furoshiki.

bento e furoshiki

Se decidete di acquistare un furoshiki per il vostro bento, sceglietene uno non troppo grande (come questo di Hamakura che vedete qui sotto, con i lati di 50 centimetri) e di una stoffa resistente ai lavaggi più frequenti nel caso vogliate usarlo anche come tovaglietta durante il pasto.

Furoshiki_Haru - Hamakura Shop

Ciò che rende il furoshiki il complemento ideale per il bento è proprio questa sua versatilità, e poi, sei il contenitore non prevede uno scomparto apposito per bacchette o posate, potete sempre assicurare queste ultime al nodo… insomma, con un’unica confezione avrete tutto il necessario pronto per l’uso.

furoshiki di primavera con sakura 1

A proposito, mancano solo più un paio di giorni all’inizio della primavera… cosa ne dite di organizzare per uno dei prossimi weekend un bel picnic in stile giapponese sotto i primi alberi di ciliegio in fiore?

furoshiki di primavera con sakura 2

Buona Primavera a tutti e alla prossima ^^

P.S. Per ricette e altre curiosità potete chiedermi l’amicizia su Facebook… vi aspetto!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: